CE Montagna 2019 Oratorio San Filippo Neri
e Sant'Agnese
- Oggiono -
CE Mare 2019
Oratori S. Filippo Neri e S. Agnese
Il logo dell'anno oratoriano 2003-2004 (con spiegazione)
Inserito il 2003-06-09 17:47:59 - Letto 814 volte.


Immagine generica...

Il logo così realizzato è, come sempre il risultato di molteplici apporti, fantasie e intuizioni. Alcuni preziosi suggerimenti sono giunti dall’Arcivescovo stesso, il cardinale Tettamanzi, che ci ha offerto qualche anticipazione sul Percorso Pastorale Diocesano e graditissime e appropriate osservazioni “in corso d’opera”. Grazie!


--> L’IDEA GUIDA è l’inizio del triennio pastorale sulla MISSIONARIETA', di cui l’Arcivescovo tratta nel Percorso Pastorale Diocesano.


--> LE PAROLE sono tratte e liberamente adattate dal cap. 16 del Vangelo di Marco:

• ANDATE è il comando chiaro e impegnativo che Gesù rivolge ai discepoli, ancora piuttosto increduli e intimiditi dopo la Pasqua e appena prima dell’Ascensione: “Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura” (Marco 16,15).

• Poco prima, l’angelo seduto vicino al sepolcro vuoto dove era stato deposto Gesù, aveva dato alle donne il primo annuncio della Risurrezione e aveva affidato loro l’appuntamento da riferire ai discepoli e a Pietro per incontrare Gesù risorto in Galilea: “ORA andate, dite ai suoi discepoli…”(16,7).

• Infine, tutto il vangelo si conclude con l’annotazione che, dopo l’ascensione di Gesù al cielo i discepoli “partirono e predicarono DAPPERTUTTO, mentre il Signore operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l’accompagnavano” (16,20).


Naturalmente è tutto il brano evangelico a rivelare il significato profondo di ogni parola. La missione è tutta relativa a Gesù: annuncio e testimonianza della sua resurrezione, risposta pronta e quasi urgente, ai suoi inviti, diffusione gioiosa e senza confini della sua presenza e della sua parola.


--> L’impostazione grafica consente però di “giocare” con qualche libertà sui contenuti:

• la centralità del comando di Gesù è molto evidente e piena (ANDATE, in nero brillante, con carattere grosso e dinamico, al centro di tutto il disegno e a sostegno dell’intera figura);

• ORA si salda con il comando di Gesù e dice la sua perenne attualità, il tempo presente in cui attuarlo; allude però anche all’oratorio in stato di missione permanente, dove la parola di Gesù si impara e si comincia a praticare e da dove si parte per una vita da veri testimoni;

• DAPPERTUTTO, oltre che la tensione infinita e i confini universali della missione svela anche il modo della sua efficacia: DARE TUTTO come Gesù, anzi con lui al centro (la X in rosso evoca il Crocifisso) che moltiplica il povero dono di cui siamo capaci.


--> IL DISEGNO si compone poi di parti diverse e ben amalgamate (varietà e unità della missione):


Immagine generica...

UNA STRADA BIANCA, CON UN INCROCIO (Gesù è “la via”; diversi ma convergenti sono i cammini della missione…) attraversa un territorio variopinto che può rappresentare i vari ambiti e contesti – esistenziali, spirituali, morali, sociali - dell’annuncio missionario:


- il GIALLO DEL DESERTO, indifferenza umana e religiosa, vuoto dei valori, noia della vita…;

Immagine generica...

- il BLU DEL MARE, misterioso abisso della profondità del cuore dell’uomo e della sua libertà e sconfinata grandezza dell’imperscrutabile disegno di Dio e ricchezza del suo amore;



Immagine generica...

- il NERO DELLE TENEBRE, sofferenza, dolore, violenza, non senso, miseria, ingiustizia…come appello alla luce che la missione deve portare (c’è il SOLE SPLENDENTE, non lontano);


Immagine generica...

- il VERDE della terra buona dove il Vangelo è accolto, fruttifica e porta nuova semente, vita dei discepoli umili e miti che, nella Chiesa, imparano a dare la vita per il mondo.



Immagine generica...

Tutto il territorio è attraversato da un PONTE ROSSO, per ricordare la felice espressione del papa Giovanni Paolo II che bene indica la missione propria dell’oratorio: “un ponte tra la Chiesa e la strada”.


Il CIELO E' SERENO, come l’orizzonte pacificante di una missione che ha sorgente e compimento nella Pasqua di Gesù.

Immagine generica...


Il SOLE diffonde dappertutto luce e calore: è immagine, ancora, di Gesù risorto che guida il cammino di tutti.




0.0821